Zucca gialla a sfincione

 zucca-a- sfincione-    680 350

La zucca gialla a sfincione è una ricetta che spesso prepariamo in famiglia. Generalmente, secondo tradizione, finisce per essere cucinata in agrodolce (che a Palermo è chiamata ‘u ficatu ri setti cannola); questa volta invece, abbiamo pensato di cucinarla al forno perchè risulta più gradita a chi non ama troppo le fritture.

Ingredienti per sei persone

3 kg di zucca gialla
grammi 600 i di pomodorini Pachino
4 acciughe salate
un mazzetto di cipolle scalogne
grammi 50caciocavallo tenero
grammi 100 caciocavallo semistagionato grattugiato
pangrattato q.b.
olio extravergine d’oliva
sale e pepe q.b.

Procedimento

Pulire i pomodorini e tagliarli a metà. Volendo si può utilizzare pomodoro per salsa pelato e tagliato a pezzi. Sbucciare la zucca, tagliarla grossolanamente e depositarne uno strato su una teglia unta d’olio. Depositarvi sopra pezzetti di pomodoro, acciughe salate sminuzzate, cipolla tagliata sottilmente, spolverare con pangrattato e annaffiare con abbondante olio. Ripetere quest’operazione (zucca, pomodoro, acciughe, cipolle, pangrattato e olio) fino ad esaurimento degli ingredienti. Terminare con una generosa spolverata di pangrattato e un filo d’olio in tutta la superficie. Mettere in forno preriscaldato a 180° per circa un’ora e, in ogni caso, fino a cottura quasi ultimata, avendo cura di mescolare il tanto di tanto in tanto. A questo punto cospargere il tutto con il caciocavallo tenero tagliato a cubetti e spolverare con abbondante caciocavallo semistagionato grattugiato. Rimettere in forno per qualche minuto, in modo che il formaggio a cubetti si sciolga. Servire tiepido.

A proposito di zucca gialla

Considerato in più che la zucca gialla, oltre ad essere costituita in buona parte di acqua, è ipocalorica e ricca di vitamine, abbiamo deciso di poterci permettere un piccolo “appesantimento”, usando un condimento simile a quello che solitamente usiamo per preparare lo sfincione palermitano. Il risultato è stato molto gradevole perché questo condimento, oltre ad esaltare il gusto tendente al dolce della zucca gialla, evidenzia un piacevole dolce-salato niente male.

Commenti

  1. Cristina dice

    Buona sera, sono Cristina da Roma! Questa ricetta, datata 4 ottobre 2013, è l’ultima che avete pubblicato. Ormai sono passati 2 mesi e mezzo, forse non pubblicate più ricette? A presto. Cri

    • Giovanni dice

      Ciao Cristina, giusta osservazione. Ciononostante ci siamo ancora!
      La cura del sito è, diciamo, a conduzione familiare. E come in ogni famiglia esistono dei periodi in cui si deve dedicare tempo ad altro. Ecco, questo è uno di quei periodi. Tuttavia, al più presto, cercheremo di dedicarci a questo nostro hobby con la solita assiduità. A preto

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>